Pubblicato in: guerra, islam, jihad

Jihad contro Pechino

Bambini uiguri in Siria che inneggiano al jihad
Bambini uiguri in Siria che inneggiano al jihad

I terroristi islamici non prendono di mira solo l’Occidente. Un nuovo attentato contro la Cina risveglia il fronte orientale

Una macchina imbottita di esplosivo si è scagliata contro l’ambasciata cinese a Bishkek. È il 30 agosto e in Kirghizistan, Asia Centrale, sembra un giorno come un altro. Ma alle 9.33 di mattina un terrorista suicida guida una Mitsubishi-Delica contro la rappresentanza diplomatica di Pechino, uccidendo se stesso e ferendo tre impiegati.  Continua a leggere “Jihad contro Pechino”

Annunci
Pubblicato in: Uncategorized

La donna più odiata dai cinesi

Tsai Ing-wen
Tsai Ing-wen

La Repubblica Popolare dichiara guerra alla Thatcher dell’Estremo Oriente. È della stessa nazionalità del presidente Xi ma guida un altro Paese. E da lì potrebbe lanciare una sfida politica e culturale al maschilismo di Pechino

È la prima cinese che diventa leader del suo Paese. No, nessuna donna ha conquistato Pechino. Tsai Ing-wen ha appena vinto le elezioni a Taiwan, l’isola che si è separata dalla madre patria quando la Cina è diventata Repubblica Popolare, con la fuga dello sconfitto Chiang Kai Shek dal potere di Mao. Tsai ha 59 anni, una visione centrista della politica e un approccio moderato alle relazioni internazionali. Eppure la Cina governata dai comunisti già la odia.

All’indomani della sua elezione, infatti, la China Central Television ha trasmesso immagini di grandiose esercitazioni militari al largo della Cina meridionale: enormi mezzi anfibi, bombardieri che lanciano ordigni dalle scie luminose, e paracadutisti lanciati nel mare della provincia di Fujian, giusto di fronte all’isola di Taiwan.  Continua a leggere “La donna più odiata dai cinesi”